DANZAMOVIMENTO TERAPIA

La danzamovimentoterapia (DMT) come definita nel sito APID (Associazione Nazionale Italiana Danzamovimentoterapia) è “una modalità specifica di trattamento di una pluralità di manifestazioni della patologia psichica, somatica e relazionale, ma anche una suggestiva possibilità di positiva ricerca del benessere e di evoluzione personale.”
La danzamovimentoterapia si è sviluppata nel continente americano, in Europa e in altre parti del mondo, diversificandosi in una pluralità di modelli e orientamenti teorici, tecnici e applicativi.
In Italia le prime realtà di lavoro nascono intorno agli anni Settanta per poi svilupparsi nel tempo con la nascita di numerose scuole sino alla realtà attuale.
La danzamovimentoterapia si ispira anche alle antiche tradizioni nelle quali la danza era un mezzo fondamentale nelle pratiche di guarigione, e ripropone negli attuali contesti clinico-sociali le risorse del processo creativo, della danza e del movimento per promuovere l’integrazione psicofisica, relazionale e spirituale, il benessere e la qualità della vita della persona. Essa si associa frequentemente con altre forme di cura trovando applicazione nel trattamento di numerosi disturbi psichiatrici. La danzamovimentoterapia può essere una modalità di approccio a diverse forme di handicap psichico, fisico e sensoriale.
Inoltre sempre nel sito APID si legge che: “al di là della dimensione terapeutica e riabilitativa, la danzamovimentoterapia esprime anche competenze e tecniche rivolte allo sviluppo delle risorse umane, alla prevenzione del disagio psicosociale, alla formazione e al lavoro educativo.”

5x1000